I rischi maggiori del mercato azionario

I rischi del mercato azionarioI principali rischi che si vanno a correre con gli investimenti nel mercato azionario, descritti nel dettaglio per rendervi consapevoli dei maggiori pericoli ai quali è possibile andare incontro ed evitare che essi diventino realtà nei vostri confronti, provocando perdite che avreste potuto evitare con alcuni semplici accorgimenti.

Concetti principali di rischi nel mercato azionario

I cosiddetti rischi di mercato possono colpire un investitore a seguito di un’errata valutazione da parte sua, che non ha saputo stimare correttamente i futuri movimenti degli assets sul mercato per trarre profitti dalle posizioni assunte. Il rischio di investire nei mercati economici può essere principalmente relativo a quattro fattori: rischio di tasso d’interesse, di tasso di cambio, di commodity e azionario. In questa guida, ci concentreremo principalmente su quest’ultimo tema, che comprende il rischio di andare in perdita a seguito di movimenti imprevisti degli indici e dei titoli trattati.

Nel frangente del mercato azionario, i rischi più diffusi sono legati a quattro fattori: volatilità degli assets, credit spread, default e credit migration. Nel caso della volatilità il rischio è dovuto al cambiamento di questo indice con il tempo, che si verifica con picchi a ribasso che non erano stati previsti dall’investitore, spesso dovuti al caso e molto difficili da cogliere in fase di analisi. Passando al credit spread e al credit migration, si tratta di due fenomeni legati rispettivamente alle variazioni di differenziale tra l’asset considerato e altri titoli (considerati sicuri) sul mercato e la migrazione del merito creditizio che talvolta potrebbe generare perdite. Infine, il rischio di default è legato alle perdite potenziali alle quali si potrebbe andare incontro in caso di fallimento societario.

Premio per i rischi nel mercato azionario

Il funzionamento del mercato azionario prevede un premio direttamente proporzionale al rischio che un investitore va a correre decidendo di riservare denaro nei confronti di un determinato asset. Così, in modo razionale, gli utenti più esperti in questo settore fanno uso di particolari modelli rischio-rendimento, che aiutano ad intuire se il rischio che si va a correre con un investimento (fattore comunque inevitabile, anche se in piccolissima percentuale nel caso delle obbligazioni più affidabili in assoluto) è sufficientemente compensato dall’importo previsto per il rendimento.

L’importanza della stima dei rischi

Nel mercato azionario (così come in molti altri casi), prende dunque un grado di importanza unico la stima dei rischi legati all’investimento su un titolo o qualsiasi altro indice di questo genere, fase soggettiva che spetta all’utente pronto per riservare denaro alle sue intuizioni. Il rendimento atteso è dunque una parte importante di questo concetto, in quanto si tratta di una cifra composta da due parti fondamentali: il premio per il rischio e un tasso aggiuntivo senza rischio, con quest’ultima componente che emerge in base alla diversa concezione del rischio tra i vari investitori. E’ proprio per questo motivo che la stima dei rischi presenta fattori puramente soggettivi, in grado di giocare un importante ruolo nella decisione se effettuare o meno un particolare investimento nel mercato azionario.

Add Comment