La professione del trader

Abbiamo pensato di scrivere questo post perché in molti si avventurano nel mondo del trading senza conoscerne a fondo gli aspetti e gli elementi più importanti.

Fare trading non è un hobby né va affrontato con lo spirito pionieristico del ricercatore di soldi facili. Questo non è fare trading ma tentare la fortuna. Ormai si legge un po’ ovunque che i mercati, l’investimento, la speculazione, la finanza, non sono concetti astratti, ma aspetti da approfondire con uno studio mirato e strutturato.

Sia da un punto di vista tecnico, che teorico, il trading online deve essere percepito come un settore che può dare dei risultati effettivi, concreti, ma solo se affrontato con i giusti criteri.

Se interessa la professione del trader e non semplicemente qualche “vincita” sporadica per buona sorte, allora il percorso è serio e deve essere scolarizzato, ovvero deve seguire un iter fatto di formazione, pratica in ambiente demo, simulato, per poi divenire realtà su piattaforma con soldi veri.

Non entrate in una piattaforma credendo di poter iniziare con un bonus omaggio offerto dai vari broker online. Seppure siano i migliori, il rischio di perdere soldi è sempre dietro l’angolo e va scongiurato con un’adeguata preparazione.

Come intraprendere la strada del trading?

La professione del TraderPrima ancora della scelta del broker e piattaforma con i quali operare, argomento vasto e interessante sicuramente, da approfondire senza meno, bisogna entrare nell’ottica che fare il trader non è una passione e basta, ma anche una vera e propria professione. Non per nulla parliamo di mercati, di soldi, di investimenti, di analisi, di monitoraggio, di strategie, di grafici etc… Come potrebbe tutto questo essere affrontato e trattato con una logica semplicistica dell’esperimento fine a se stesso?

Sperimentare è sicuramente una tappa indispensabile al nostro percorso nel trading online, ma esso è funzionale ad un più alto obiettivo: imparare sul campo.

Accanto alla sperimentazione, tuttavia, devono esserci delle nozioni acquisite, principi studiati e fissati alla mente, una evoluzione quotidiana percepita dal cambiamento che subiscono i mercati, e che deve divenire sempre più immediata nell’essere intuita e anticipata. In fondo parliamo di tendenze di mercato che dalla storia insegnano il loro meccanismo, ma che serve per riprodurlo nell’andamento futuro dei mercati.

Una buona osservazione della realtà circostante è senza dubbio necessaria, vivere nell’oscurità e non sapere cosa accade nel mondo non aiuterà il trader a farsi una cultura e a sfruttarla all’uopo. Rinchiudersi nei tentativi alla ‘rischiatutto’ non è neanche immaginabile, ma questo è un dato di partenza che diamo per assodato.

A volte, però, trattandosi di un ambito ormai aperto e accessibile a tutti, è bene ribadire i concetti salienti e farne dei punti fermi, dare degli spunti di riflessione a chi per la prima volta si avvicina a questa disciplina.

Come fare del trading una professione?

Per fare del trading online una professione, la prima cosa è studiare, investire nella propria formazione. Andiamo ad elencare per punti cosa occorre studiare:

  • Analisi tecnica
  • Analisi Fondamentale
  • Funzionamento dei mercati (per scegliere il proprio)
  • Gestione del Capitale / Money Management
  • Strumenti disponibili: opzioni binarie, CFD, ETF etc…
  • Nozioni basilari di economia
  • Controllo della psicologia

Se approfondirete questi argomenti, postulando la scelta di un buon broker, applicando i concetti imparati in un ambiente dapprima ‘demo’, non potremo fallire e l’attività di trading si rivelerà assolutamente proficua. Per approfondire l’argomento, segnaliamo la risorsa web: http://www.trading-on-line.org/.

Add Comment